Ficha prática #3

Dopo e oltre le sessioni di narrazione

Durante la sessione di narrazione, per circa un’ora i bambini e l’insegnante hanno ascoltato e raccontato storie. Tuttavia è altrettanto importante chiudere la sessione nel modo opportuno oltre che stabilire cosa fare e come continuare l’esperienza dopo la sessione. L’idea è quella di valorizzarne e rinforzarne l’influenza positiva e i benefici. Dunque come si può concludere questo momento speciale? Per esempio, usando una frase rituale.

PERCHÉ È IMPORTANTE?

Una sessione di narrazione non è soltanto l’occasione per raccontare una storia, ma ci offre l’importante opportunità di affrontare i sentimenti o le cose imparate durante la sessione stessa. Dunque è fondamentale non terminare la sessione troppo bruscamente ma piuttosto con la consueta frase rituale “…vissero tutti felici e contenti. Fine.”, che concluderà così il “tempo della narrazione”. Il momento immediatamente successivo potrà essere utilizzato come una sorta transizione, di libertà, di ritorno dalla narrazione alla classe formale. L’idea è quella di capitalizzare la positività appena acquisita incoraggiando gli studenti a comunicare e utilizzare le loro abilità orali anche oltre la sessione narrativa.

COME FARE?

Per continuare a stimolare l’attenzione e l’impegno, i bambini saranno incoraggiati a usare i diversi sensi come il tatto, la vista, il movimento, l’udito, armonizzandoli per arricchire il loro mondo interiore. Queste attività dovrebbero essere proposte non soltanto a scopo educativo, ma mantenere un aspetto divertente e creativo per risultare maggiormente attrattive.

STRUMENTI PER MOTIVARE

La narrazione potrebbe essere accompagnata da una musica adeguata. Si potrebbe fare uso di disegni e pitture legati alla storia, realizzare dei personaggi (anche soltanto delle semplici sagome di cartone e bastoncini di legno) per animare il racconto. Allo stesso scopo possono essere usati anche oggetti a nostra disposizione, ad esempio piccoli giocattoli, peluche con i quali interpretare i personaggi della storia.

PREPARAZIONE / REALIZZAZIONE

I personaggi della storia raccontata possono essere realizzati dai bambini, basteranno forbici, colla e cartoncini colorati. I bambini potranno realizzare delle sagome o disegnare i volti o i dettagli per meglio riconoscerli. Possono anche disegnare un momento saliente della storia per poterla memorizzare meglio.

ALTRE OPZIONI NEL CASO IN CUI IL BAMBINO SI RIFIUTI DI PARTECIPARE ALL’ATTIVITÀ

Ai bambini che non volessero partecipare possono essere offerte altre attività in modo che non si sentano isolati e che sviluppino empatia con la storia.

👉 Permettere di essere un osservatore dell’attività degli altri.
👉 Proporre loro di raccontare la storia.
👉 Incitarli ad aiutare un altro partecipante.
👉 Proporre loro di modellare il personaggio o un oggetto della storia.
👉 Discussione del contenuto attraverso domande specifiche:

  • Chi sono i personaggi?
  • Quali sono le loro azioni?
  • Con quali personaggi simpatizzi di più?
  • Cosa pensi che questa storia stia “comunicando”?

👉 Attività per sviluppare le capacità di narrazione:

  • narrazione (tramite illustrazione, con un personaggio);
  • un’intervista con un personaggio della storia.

Anche queste attività devono concludersi sempre con frasi ed espressioni che sottolineino l’impegno e le capacità dei bambini. Frasi come “Oggi siete stati narratori accattivanti“, “Siete stati meravigliosi e molto artistici!” per continuare a motivare e incoraggiare i bambini.